IN OFFERTA!

Le cose penultime

12,32 

[…]

Il modo in cui la luce prende in te,

impregnando quella complessità davanti a cui

la scienza si arrende, una piega diversa,

un che di più dolente, di più preciso,

di più completo, di appena immaginato.

Come il tuo corpo ferma

il pullulare di forze in cui muoviamo

affaticati, e quasi ne nasconde

l’ossessione, e dice, e tace:

Guarda –, e allora vedo.

Il tuo non essere nient’altro che tu, frontiera,

limite dell’universo, solo tu,

questo tepore, tutto quello che non è

tutto il resto – è difficile da dire,

ma non semplicemente te –: tutto.

Descrizione

Due sono i piani che si intersecano, in questo libro. Il romanzo di una storia d’amore, che si disegna dal ‘lei’ al ‘tu’, esplicito, iperrealistico, prosaico, pieno di cose. E il canto, sempre singolare, che protesta e piange e prova a dire con mille voci quanto sia poco vera la realtà. Il romanzo è per salvare tutto. Il canto – un grido – per provare, disperatamente, a salvarsi.